COMPRAMI
è un brand
del gruppo

e vorrai sapere sempre di più

#GIORNATADELLATERRA

L’Earth day è la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuovere la sua salvaguardia. 

Promotori di questa iniziativa nata con l’obiettivo di istruire e sensibilizzare il maggior numero di persone possibili sui problemi ambientali, sono stati gli Stati Uniti. Le prime manifestazioni si ebbero a San Francisco, erano gli universitari a scendere in piazza e a protestare, erano gli anni ’60 e in quel periodo gli argomenti di piazza erano soprattutto di carattere politico, ma era evidente a tutti che il tema ambientale doveva essere un argomento principe, già allora, di tutte le discussioni.

La prima giornata della terra si celebrò il 22 aprile 1970, l’allora Senatore Gaylord Nelson appoggiò questa straordinaria manifestazione riuscendo a coinvolgere anche personaggi illustri, come il presidente John Fitzgerald Kennedy. Il successo di questa celebrazione fu preceduto da un disastro ambientale che calamitò l’attenzione dei media statunitensi e di buona parte della popolazione sul tema: nel 1969 si ebbe la prima grande fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oil sulle coste di Santa Barbara (la seconda, purtroppo, è recente, maggio 2015).

Da allora ogni anno miliardi di persone, sparse nei 192 Paesi che aderiscono, celebrano il meraviglioso pianeta in cui abitiamo. La manifestazione e le azioni singole e collettive nascono per permettere di imparare ogni anno qualcosa di nuovo ed importante per aiutare il nostro pianeta a respirare meglio.

Il calo notevole di emissioni di CO2 in questo lungo periodo di quarantena mondiale, sta riportando alcuni equilibri. Dobbiamo prendere il bene da ogni situazione, è un obbligo morale ed un merito di cui non ci dobbiamo mai stancare. Le immagini che tutti noi possiamo osservare dal satellite, ci mostrano un’atmosfera decisamente migliorata. Nelle nostre città la fauna torna a vivere i suoi spazi: delfini nei porti, pesci tra i canali di Venezia, conigli nei parchi pubblici di Milano, cervi nelle piscine private in montagna, e così poco rumore intorno, da lasciare che ogni volatile dedichi al vento il suo canto d’amore. 

In questa giornata della terra non ci resta che ricordarci #Sempre che siamo tutti insieme una enorme collettività, e che se #FaiBene tu, #Spesso facciamo bene a tutti.