COMPRAMI
è un brand
del gruppo

e vorrai sapere sempre di più

Lunghe storie di resistenza: la seta

La seta venne originariamente lavorata in Cina già nel 6000 a.C, alcuni studiosi però non sono affatto concordi con questa data e l’avvicinano (addirittura) al 3000 a.C.

È da sempre considerata una delle fibre più preziose, e la sua storia ha intrecciato popoli e culture; Oriente e Occidente. Fu come in una poesia, gli uomini svestirono i loro velli e iniziarono a coprirsi di seta cangiante.

Secondo la leggenda l’imperatrice cinese Hsii Ling Shih, moglie dell’altrettanto leggendario Imperatore Ti, mentre camminava nel giardino del palazzo imperiale, incontrò tra i gelsi un filo sottilissimo. Attratta da questa strana visione iniziò ad avvolgerselo al dito, e più lo arrotolava, più avvertiva un dolce tepore. Seguendo la lunghezza del filo arrivò al punto dove vide il bozzolo da cui proveniva quel sottile filamento, poco distanti, i bruchi del Baco da seta intenti a mangiare le tenere foglie del gelso.

La prima forma di Bachicultura servì ad adornare l’Imperatore e la sua ristrettissima cerchia di “vesti divine”, la cura e la gestione dei preziosi bachi era affidata esclusivamente all’Imperatrice e alle sue dame di corte.

Da qui, la partenza, poi la sua storia continuò.