COMPRAMI
è un brand
del gruppo

e vorrai sapere sempre di più

Storia del paracadute

A quanto pare la storia del paracadute nasce nella prima metà del ‘400 in Italia, ma del suo primo ideatore non ne abbiamo traccia. Sappiamo però con certezza che nel 1485 Leonardo da Vinci disegnò il primo ingegnoso paracadute, aveva una forma piramidale ed era costruito con una intelaiatura di lino inamidato. Nonostante la sua dichiarazione di come tutti si sarebbero potuti lanciare da qualsiasi altezza senza incorrere in rischi, non ci sono nelle cronache di quel tempo testimonianze che qualcuno ci abbia provato.

La prima testimonianza di un lancio vero e proprio si ha in Francia nel 1793 quando Louis- Sebastièn Leonard, si gettò dall’osservatorio di Montpellier con un paracadute a telaio rigido, la sua intenzione era brevettare un sistema per far “saltar fuori” le persone dagli edifici in fiamme. Tra la nutrita folla che ammirava il coraggio e la prodezza, c’era anche Joseph Michel Montgolfiere, un nome che già parla di storia.

Ancora la funzione con cui conosciamo noi oggi il paracadute non era stata pensata, fino al 1797, pochi anni dopo quando, sempre in Francia, André – Jacques Garnerin progettò un paracadute in seta e privo di telaio in legno e si lanciò dall’altezza di 900 metri da una mongolfiera in volo. Garnerin quindi è considerato l’inventore del paracadute.

Tutte le idee che hanno enormi conseguenze sono idee semplici. (Tolstoj)