COMPRAMI
è un brand
del gruppo

e vorrai sapere sempre di più

Strategie per conversazioni brillanti

In tempi di magra sociale, in cui le comunicazioni hanno trovato nuovi canali in cui consumarsi e dove la gestualità e le espressioni facciali sono mascherate o filtrate da schermi, la capacità dialettica deve concentrare la sua forza strategica su due punti fondamentali: essere immediatamente compresi; lasciare grande spazio alla riconoscibilità delle figure retoriche.

La nostra è una lingua tonale, e l’espressività dei nostri gesti accompagna da sempre il significato dell’italico interloquire. Ad esempio la meravigliosa arte del sarcasmo (quello divertente, non ovviamente quello offensivo) si basa soprattutto sulla modulazione della tonalità della voce, ed è l’intonazione che mette in risalto le parole chiave. Per quanto le connessioni e tutti i device di cui disponiamo siano stati in questo periodo un aiuto prezioso, niente è come fare una bella conversazione di ciccia. Nessun “mi senti ora”, oppure “ti sei spostato?”, ma anche “ma è la mia o la tua connessione”, e il sempreverde: “ti sento a singhiozzi”, con queste interferenze, arrivare al cuore della comunicazione, cioè il motivo per cui ci sentiamo, non è semplice. Ma noi di Comprami, che per definizione non abbiamo bisogno di tante parole, abbiamo una soluzione adatta a tutti.

 Ecco, le dieci citazioni perfette che riempiono di significato profondo, ed immediato, ogni conversazione:

  1. “Dopotutto domani è un altro giorno”: Rossella O’Hara non si arrende mai, e questa è il suo lascito a noi, un monito di coraggio e speranza, una frase che riesce sempre a trasmettere tutto l’ottimismo, ma soprattutto, la grinta necessari per affrontare il quotidiano. Detta questa, non c’è spazio per altre parole.
  2. “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita”. C’è tutto: ottimismo, rassegnazione, casualità, luogo comune ed empatia. Tu dilla e sarai sempre ben accetto nel momento del bisogno (tratto da Forrest Gump).
  3. “Nessun posto è bello come casa mia”. Va bene, un po’ forzata per il momento, ma qui Dorothy aveva tutti i suoi buoni motivi per dirla, comunque: questa è da utilizzare quando sentite dello sconforto dentro e fuori la conversazione, è una panacea che risolve tutti i mali.
  4. “Serve una barca più grande”, Lo Squalo. La frase è da maneggiare con cautela, quando la n°3 non sortisce il suo effetto, allora è possibile provare con questa. Proponiamo una simulazione: “Devo fare video lezione con il più grande, rispondere ad alcune email, e fare attività montessoriane con il piccolo.” “É difficile, immagino, in questo caso: Serve una barca più grande” (per: non affogare, essere mangiati da uno squalo… e molto altro)
  5. “Nessuno è perfetto”. Rapida, bella, essenziale, tratta dal film “A qualcuno piace caldo” ambientato a Chicago del 1929 in pieno proibizionismo, con l’intramontabile Marilyn Monroe.
  6. “Adriaaanaaaaaa”, niente così la conversazione scompare con un enorme punto interrogativo.
  7. “Che la forza sia con te”, la speranza nerd che abbraccia tutta l’umanità. Una frase che smorza e rinforza contemporaneamente ogni pensiero, in grado di mettere in evidenza debolezze e virtù dell’interlocutore. Un unico avvertimento: maneggiare con cautela.
  8. “Ehi biondo, lo sai di chi sei figlio tu?”. Allora questa detta seria diventa un’arma, ma se adottiamo l’ironia, la citazione de Il Buono, il Brutto e il Cattivo, vi porta nell’iperuranio delle persone che sanno. 
  9. “Vorrei aver fatto tutte le cose che ho fatto”, il Grande Gatsby. Sì perchè un po’ di sicurezza di sè e delle proprie scelte fa #Sempre bene.
  10.  “Dicono che quando incontri l’amore della tua vita, il tempo si ferma ed è vero.” Perchè l’amore deve essere sempre premiato, e questa citazione tratta da Big Fish è una breve poesia che tocca tutti.

 #Leggimi e non potrai più stare senza.