COMPRAMI
è un brand
del gruppo

e vorrai sapere sempre di più

Arte sostenibile

land art

L’arte sostenibile è un legame tra natura e artista: si tratta di un vero e proprio movimento d’arte che nasce tra il 1967 e il 1968 negli Stati Uniti. Gli artisti che aderiscono a questo movimento non si limitano ad esprimersi rappresentando la natura nelle loro opere, ma creano opere con la natura, in collaborazione con essa, senza mai disturbarla.

L’ambiente diventa opera d’arte, e l’artista ha come obiettivo quello di interrogare lo spettatore sulla sua sensibilità in materia di rispetto per la natura.

Ogni movimento d’arte ha un manifesto, cioè una dichiarazione pubblica delle intenzioni e dei punti di vista, a cui mantenere una certa coerenza nello sviluppo dei contenuti.

La land art crea un dialogo unico tra l’ambiente e l’individuo: prima con l’artista che lascia una traccia di sé, poi con lo spettatore che ritrova un pensiero in sé. Ciò che rende straordinaria questa forma d’arte è che gli artisti utilizzano le materie prime che trovano in natura, e talvolta sono facilmente deteriorabili, e le sculture realizzate non sono eterne. Si tratta quindi di una ricerca che dobbiamo fare nel nostro territorio, sono fuori dai musei, ma dentro parchi e paesaggi meravigliosi.

Fare arte attraverso il paesaggio, innescare un processo artistico in cui la natura diventa soggetto e oggetto della conversazione, permette di creare un rapporto con il visitatore in grado di far nascere la vera domanda necessaria: faccio abbastanza per il mio pianeta?

Tutte le esperienze artistiche hanno l’obiettivo di creare stupore nello spettatore, che di fronte ad una creazione ha modo di interrogarsi e scoprire qualcosa di nuovo, dentro di sé.

La sostenibilità non è solo un modo di mettersi nel presente, ma è l’unica strada per garantire un futuro migliore a noi e alle generazioni future. Sosteniamo la land art, e il legame tra natura e artista, riguarda tutti noi.

#FaiBene anche tu, e insieme salviamo il pianeta.