COMPRAMI
è un brand
del gruppo

e vorrai sapere sempre di più

Campeggiatissimi

Campeggiare è uno stile di vita, cioè i campeggiatori sono un po’ come i motociclisti, i surfisti, i pescatori, i cercatori di funghi, i runner, chi lo fa sa cosa fare. Sono tutti molto attrezzati, conoscono gli oggetti che devono portarsi dietro, solo cose pratiche, leggere, facilmente lavabili, che occupano tra il poco e il pochissimo spazio.

E tutte le categorie di appassionati che abbiamo messo in correlazione hanno quindi questo aspetto in comune: il senso rapido dell’organizzazione.

Ci sono poi i campeggiatori occasionali, quelli che partono con la sola intenzione di fare una vacanza alternativa, “all’avventura”, sono un po’ i famolo strano della situazione, che hanno come prima esigenza per poter partire, proprio l’acquisto della tenda. Li possiamo trovare tutti la domenica in quella catena di negozi sportivi di cui noi non faremo il nome, a scegliere la tenda più confortevole (e possibilmente meno cara) per partire all’arrembaggio.

Si contraddistinguono per: la scelta esclusivamente estiva del sacco a pelo; l’acquisto di un numero non precisato di inutilità e la scientifica volontà di saltare reparti interessanti, come quelli dei picchetti di scorta. Noi di #Comprami, che sappiamo migliorare #Sempre, ci rivolgiamo proprio a voi, con la buona intenzione di darvi i dieci consigli utili che meno male qualcuno vi dice prima di partire.

  1. Comprami Sempre: mai come in questo caso non siamo solo un brand ma un ottimo consiglio.
  2. Per dormire in maniera confortevole non bastano solo i materassini (o dormibene), cuscini e tutto quello che potete comprare, prima dovete lavorare: pulite la piazzola prima di montare la tenda.
  3. Non sottovalutate mai la fauna locale: se siete in un campeggio attrezzato, gli insetti. Di tutte le forme e di tutte le specie, sono loro il vostro nemico. Se avete scelto un campeggio nella natura, non lasciate niente fuori dalla vostra tenda, non solo il cibo, ma anche le scarpe: partire con un solo scarpone potrebbe essere il buongiorno che non vorreste.
  4. Assicuratevi sempre un buon approvvigionamento d’acqua. Questo vale anche nelle strutture organizzate, il campeggio è un ottimo esercizio per comprendere l’uso quotidiano dell’acqua e quanta siamo soliti sprecare.
  5. Corda e gancetti: che andiate al mare, in montagna, a lago, lungo un fiume, nel bosco più fitto o nella tundra più crudele, ad un certo punto avrete qualcosa da appendere: organizzatevi prima.
  6. Immergetevi nel silenzio, imparate ad ascoltare i suoni, la natura, la pace, quindi: mettete la vibrazione al telefono, se proprio volete ascoltare la musica che sia ad un volume ragionevole e, se non avete portato un carica batteria portatile, avrete un problema.
  7. Differenziare in campeggio è possibile e necessario. Non scordatevi i sacchetti giusti per continuare ad essere sostenibili #Sempre.
  8. La luce è fondamentale, quindi torce e pile, e torce che si caricano con la dinamo. Vedere è potere.
  9. Per sintetizzare l’igiene di corpo e vestiario, e visto che avete poco spazio a disposizione, il sapone di Marsiglia, quello che accompagna la memoria di tutti noi con quel buon profumo, diventa il prodotto più funzionale che c’è.
  10. Portatevi dietro un bel libro, giocate con i vostri figli, e godetevi la pace che un diretto contatto con la terra e il cielo vi può regalare.

#Leggimi e ne saprai #Sempre di più.